Il sapore

Che poi mi piace quando vieni di notte, senza avvisare;

ci annusiamo, mi stropicci, resti un poco appiccicato e te ne vai.

Così, in silenzio, ché tanto io non ho neanche voglia di ascoltare.

Che poi mi addormento e al risveglio non so se ho sognato o se era vero.

E il dubbio mi scompiglia ma non fa male.

Rispondi