Giorno 126

Vivere in centro è svegliarsi la mattina di soprassalto che pensi “IL TERREMOTOOOOOCAZZOCAZZOCAZZO” e realizzare, con uno scoiattolo in gola, che sta solo transitando sotto casa tua una ruspa di… Read more

Giorno 328

Ogni volta che passavo davanti a questa casa, rallentavo per osservarla. Mi piaceva da morire da prima che guidassi quando a volte, di domenica, costringevo mio padre a portarmi a… Read more

Altre storie. Di mio padre.

A poche ore dall’intervento, era talmente gonfio che non poteva neanche più indossare il pigiama. Il suo corpo raccoglieva acqua. Una grossa, enorme damigiana. La testa aveva mantenuto le stesse… Read more